*home*     -    servizi offerti - psicoterapia - terapia di coppia - mediazione familiare - studio a milano - articoli - dicono di me

Dott.ssa Manuela Aruta, laureata in Scienze e Tecniche Psicologiche

psicologo psicoterapeuta coppia famiglia
 
  SERVIZI OFFERTI
  articoli di psicologia
  articoli di psicoterapia
  mediazione familiare
  consulenza familiare e di coppia
  psicologia
  psicoterapia
  lo studio
  chi siamo
  contatti
gruppo di psicoterapia  
psicologia e selezione del personale  
 




















 
 

home> contatti > selezione del personale - manuela aruta il carattere masochista nella selezione del personale

Il carattere masochista nella selezione del personale

Cap. 4 Possibilità di utilizzo della Teoria Bioenergetica nella Selezione del Personale

4.8.1 masochismo sessuale e masochismo sociale

Secondo la psicoanalisi freudiana il masochismo indica due differenti modalità di comportamento nelle relazioni sociali. La prima riguarda il masochismo sessuale, una parafilia dove il dolore e l’umiliazione sono ricercati con lo scopo di sciogliere le tensioni del corpo che bloccano il fluire dell’energia ai genitali e ottenere l’eccitazione, sia a livello psichico, sia a livello fisico. Il masochismo sociale è rappresentato da una più ampia tendenza a rappresentare diversi tipi di comportamenti auto frustranti nella vita emotiva, sociale e lavorativa. Nel 1924 Freud lo ha definito masochismo morale e Wilhelm Reich nel 1941 lo ha ridefinito masochismo sociale. Wilhelm Reich ha spiegato che il masochista non desidera in realtà il dolore e l’umiliazione, ma l’eccitazione sessuale. Il piacere nel masochista non è collegato dalle percosse e dalle umiliazioni, ma dall’eccitazione sessuale, che emerge in seguito alle percosse o alle umiliazioni. Piacere e dolore, dal punto di vista psichico, può essere espresso in questi termini: Se mi punisci, significa che riconosci la mia natura sessualmente perversa e non mi respingi in modo castrante, ma ti accontenti di percuotermi o umiliarmi (Wilhelm Reich, 1996). La punizione che il masochista desidera è sempre considerata in alternativa del castigo più temuto: la castrazione. La differenza tra il masochista classico dal masochista psichico riguarda il modo utilizzato per raggiungere le sofferenze. Nel masochista psichico è l’umiliazione, non il dolore fisico, a procurare lo stimolo necessario per l’eccitazione sessuale. Il meccanismo, è comunque lo stesso: Se tu mi umili e mi svaluti, riconosci la mia sessualità, mi punisci ma non mi castri. In tutti e due i casi l’eccitazione sessuale prevede che l’individuo perda il rispetto di sé stesso. Il masochismo è collegato a sentimenti d’inferiorità controbilanciati da una posizione interiore di superiorità. Il masochista non prova attraverso modalità umilianti subite un dolore, ma il piacere della distensione, costretto, per paura della castrazione, a provare solo con tali modalità. La modalità masochista di funzionamento trova la sua genesi nel disprezzo mostrato dai genitori verso la personalità del bambino. Il masochismo infantile si può evitare se i genitori sono in grado di risolvere i propri problemi garantendosi reciprocamente rispetto e dignità. Liti particolarmente accese e violente tra i genitori che dal conflitto di coppia investono l’intero nucleo familiare, rappresentano un modello che il bambino oggettualizza come sua dinamica relazionale espressiva, ma anche protettiva nei confronti della temuta castrazione, tipica del suo comportamento sessuale. “Il rispetto di sé è l’unica qualità che distingue la sessualità matura dalla sofisticazione sessuale” (Alexander Lowen, 1997, pag. 112). Il masochismo sociale è una particolare tendenza ad esprimere molti comportamenti auto-frustranti nella vita sociale, emotiva e lavorativa dell’individuo. Freud aveva intuito che sadismo e masochismo formavano una coppia in antitesi. In seguito ha distinto il sadismo in diverse tipologie: il sadismo orale, anale, fallico, che si esprimeva come mordere, calpestare, perforare. Il sadismo, origina come reazione distruttiva contro la frustrazione della pulsione naturale del bambino. Da questa riflessione si evince che il masochismo è una formazione secondaria che si esprime nel volgere contro sé stesso la distruttività sadica. In seguito Freud abbandona la sua prima concettualizzazione teorica e afferma l'esistenza di una tendenza biologica primaria all'autodistruzione, ossia la pulsione di morte (Thanatos) agli antipodi dell'eros. (Wilhelm Reich,1988). Reich, a seguito dello studio e le ricerche sul carattere masochista, non è d’accordo con quest’ultima tesi freudiana e confuta la teoria della pulsione di morte. Per Reich non esiste una pulsione primaria autodistruttiva. Il masochista segue, anche se con modalità apparentemente distruttive, il principio del piacere. Ci concentreremo su questa seconda forma di masochismo, quale conseguenza di un problema esistenziale in rapporto con l’autodeterminazione e l’autocontrollo di un individuo. .

Dott.ssa Manuela Aruta

Viale Gorizia 6, 20144 Milano

Mail: ..click qui..

Cell. 348 5245461

 

 

     

psicoterapia - sostegno psicologico - consulenza psicologica - colloquio psicologico - liti e conflitti - lo studio

P. Iva 11664040158 Dott. Cosimo Aruta, psicologo, psicoterapeuta, analista bioenergetico CBT, supervisore, mediatore familiare. Studio M.F. Via San Vincenzo 3 20123 Milano - cell. 347 2593935. Zona Corso Genova, Porta Genova, Piazza Cantore, Darsena, Navigli, XXIV Maggio, De Amicis, Sant'Ambrogio, Papiniano, Solari, Olona, Coni Zugna, Cesare Correnti, Piazza Vetra, Via Torino, Duomo, San Babila, Corso Vittorio Emanuele, Via Larga, Piazza Santo Stefano. Piazza Diaz, Corso Italia, Zona Piazza Sant'ambrogio, Via Edmondo De Amicis, Via Carducci, Via San Vittore, Piazza Cadorna, Castello Sforzesco, Via Dante, Foro Buonaparte, Brera, Via Olona, Viale Papiniano, Via Coni Zugna, Piazza Aquileia, Via Foppa, Via Solari, Piazza Napoli, Via Washington, Via Sardegna, Via Buonarroti, San Siro, City Life, Corso Sempione, Parco Sempione, Piazza Piemonte, Corso Vercelli, Piazza Baracca, Corso di Porta Vercellina, Via Washington, Via Lorenteggio, Via Boccaccio, Piazza Conciliazione, Piazza Cadorna, Castello Sforzesco, Corso sempione, Corso Genova, Porta Genova, Via Cristoforo Colombo, Via Vigevano, Viale Gorizia, Darsena, Piazza XXIV Maggio, Corso di Porta Ticinese, Porta Ludovica, Colonne di San Lorenzo, Via Meda, Via Montegani, Navigli, Alzaia Naviglio Grande, Alzaia Naviglio Pavese, Piazza Carrobbio, Via Torino, Piazza Duomo, Via Orefici, Corso Magenta, Via Boccaccio, Via Vincenzo Monti, Via Meravigli, Piazza Cordusio, Piazza Missori, Corso Italia, Corso di Porta Romana, Via Molino Delle Armi, Via Santa Sofia, via Francesco Sforza Policlinico, Viale Gabriele D'Annunzio, Via San Damiano, Corso di Porta Vittoria, Tribunale, Piazza V Giornate, Corso XXII Marzo, Viale Beatrice D'Este, Corso Venezia, Corso Monforte, Via Senato, Piazza Cavour, Via Fatebenefratelli, Piazza Meda, Viale Bligny, Via Bocconi, Viale Beatrice D'Este, Viale Sabotino. Fermata metropolitana vicina/Fermate metropolitane vicine. Linea Rossa: Inganni, Gambara, Bande Nere, De Angeli, Wagner, Pagano, Conciliazione, Cadorna, Cairoli, Cordusio, Duomo, San Babila, Porta Venezia. Parco Indro Montanelli. Giardini pubblici. Linea Verde: Romolo, Porta Genova, Sant'Agostino, Sant'ambrogio, Cadorna, Lanza, Moscova. Linea Gialla: Porta Romana, Crocetta, Missori, Duomo, Montenapoleone, Turati, Repubblica. Linea Blu: Washington Bolivar, Foppa, Lorenteggio, Via San Michele Del Carso, Sant'ambrogio, De Amicis, Vetra, Santa Sofia, Sforza Policlinico, San Babila, Tricolore, Corso Buenos Aires, Piazzale Loreto. Studio di psicologia, psicoterapia, psicoterapia di coppia, consulenza di coppia. Psicologo a domicilio. *bioenergetica e selezione del personale*
Aut. Pubbl. Ordine degli Psicologi della Lombardia. rif. nr. 08/10756 - e-mail: **info@mediazionefamiliaremilano.it**   

I documenti contenuti in questo sito sono solo a livello informativo e non vanno intesi come sostituti di una visita specialistica