PSICOLOGIA,  PSICOTERAPIA E MEDIAZIONE
colloquio psicologico - psicoterapia - recensioni google - consulenza di coppia - genitori e figli  - seduta di psicoterapia  

psicoterapia - psicologo a domicilio - mediazione familiare - consulenza familiare - terapia di coppia - dicono di me 

Benvenuti! Questo sito è dedicato a  chi sente sofferenza, difficoltà nelle relazioni più importanti e desidera iniziare un percorso psicologico. E' sempre possibile migliorare la qualità della propria vita. Studio di Psicologia, Psicoterapia - Analisi Bioenergetica, Consulenza di Coppia e Mediazione Familiare. Via San Vincenzo 3 - 20123 Milano. Tel. 347 2593935 Zona Corso Genova, Darsena, Navigli, XXIV Maggio, De Amicis, Sant'Ambrogio, Papiniano, Foppa, Washington, Corso Vercelli, Corso Magenta, Via Torino, Piazza Missori, Solari, Giambellino, Olona, Coni Zugna, Cesare Correnti, Torino, Duomo

psicologia psicoterapia
 
  SERVIZI OFFERTI
  ARTICOLI DI PSICOLOGIA PSICOTERAPIA
l' autostima  
lo stress  
dimagrire, peso  
la fase edipica  
la donna isterica  
il narcisismo  
il carattere  
il complesso di inferiorità  
il senso di colpa  
identità e immagine  
bambini maschi  
bambine femmine  
egocentrismo  
la nevrosi  
l'allattamento  
bambini tutto cuore  
l'anoressia  
la vigoressia  
sovrappeso obesità  
psicologia e fitness  
la depressione  
la paura  
attacco di panico  
disturbi dissociativi  
coronavirus  
il sintomo  
la solitudine  
la realtà  
la saggezza  
fiabe psicologia  
l'anziano saggio  
la creatività  
amore maturo  
sesso e sessualità  
perversioni sessuali  
fantasie sessuali  
maturità sessuale  
amori dolorosi  
il fallimento del matrimonio  
liti e conflitti  
il bambino libero  
bambini sonno  
l'educazione dei figli: si, no, devi  
la motivazione  
la mente umana  
sigmund freud  
lo sviluppo psicosessuale  
wilhelm reich  
transfert e controtransfert  
i meccanismi di difesa dell'Io  
lo sviluppo psicosociale  
J. Bowlby teoria dell'attaccamento  
Psicoterapia, motivazione e obiettivo  
ARTICOLI DI PSICOTERAPIA  
bioenergetica  
psicoterapia bioenergetica  
la sua storia  
psicoterapia corporea  
psicoterapia inferno paradiso  
energia vitale  
cervello e psicoterapia  
grazia e bellezza  
grazia e bellezza dei bambini  
conflitto tra io e corpo  
genitori adeguati  
giudicare i bambini  
amore e paradiso  
nausea e cibo  
psiche e soma  
il grounding  
rabbia e collera  
blocchi e tensioni  
paura e rabbia  
amore e regole  
amore adulto  
il cavalletto bioenergetico  
misure cavalletto bioenergetico  
il corpo vibrante  
gli occhi e l'anima  
educazione vasino  
energia carattere  
illusione e realtà  
il piacere  
la malattia  
la libertà interiore  
psiche e soma  
classi di esercizi  
classi a milano  
le strutture caratteriali  
il carattere schizoide  
il carattere orale  
il carattere psicopatico  
il carattere masochista  
il carattere rigido  
il narcisismo patologico  
carattere e corpo  
la diagnosi  
corpo e psiche  
organizzazione personalità  
ideale illusione io  
psicoterapia, diffidenza e sessualità  
l'arte della psicoterapia  
proiezioni e psicoterapia  
SIAB nascita genitorialità  
Saper dire "No"  
  articoli di psicoterapia
  mediazione familiare
  consulenza familiare
  lo studio
  chi siamo
  contatti
 
.




















 
 

home> psicologia > psicologia e fitness - analisi bioenergetica e fitness

psicologia e fitness, analisi bioenergetica e fitness

Questo spazio nel sito trae l'ispirazione da una conferenza presso la sede SIAB di Milano, Via Vallazze n° 82. 
Milano, martedì 11 marzo 2014, ore 21 "Bioenergetica e fitness, il corpo protagonista. Forza, energia e armonia. Il possibile ruolo del terapeuta bioenergetico nei centri fitness"
Relatore Dr. Cosimo Aruta - Psicologo, psicoterapeuta, analista bioenergetico.

BIOENERGETICA E FITNESS Il ruolo e l’importanza dell’analista bioenergetico all’interno dei centri fitness, salute e benessere. L’attività fisica praticata nei centri fitness si propone frequentemente due obiettivi: l’aumento del tono muscolare e il calo del peso lipidico. E’ spesso trascurata l’armonia che apre l’attività al piacere del movimento e dell’equilibrio, in sintonia con un corpo vitale. Un approccio bioenergetico al fitness osserva l’individuo nella sua interezza e permette agli istruttori e ai personal trainers di radicarsi nel loro lavoro, considerando il corpo dei clienti in modo olistico e non meccanicistico. Sarà possibile condividere la lettura del corpo e, di conseguenza l’elaborazione di un programma di allenamento arricchito degli accorgimenti fisiologici (modalità di esecuzione degli esercizi). Un intervento che valorizza la soggettività, non standard e protocolli allenanti che, sebbene rappresentino una buona approssimazione generale, non rispettano la persona. Gli interventi classici abusano frequentemente della forza di volontà e creano conflitti intrapsichici. Queste situazioni sono incoraggiate dai valori dell’Io, ma favoriscono la scissione e non l’integrazione tra il pensare e il sentire. Si crea un’atmosfera narcisistica, dove la “perfezione” ispirata a un modello non riesce a rispettare l’attività proposta: centro benessere, wellness, fitness, etc. L’analista bioenergetico rappresenta il ponte di congiunzione tra la potenza e l’efficacia della ginnastica con carichi progressivi ed il rispetto del corpo nella sua interezza (vitalità, grazia e bellezza). Per questo è importante valutare le limitazioni articolari non solo dal punto di vista meccanico, ma anche e soprattutto da quello emozionale. La conferenza tratterà brevemente l’allenamento di fitness proposto nelle palestre con riflessioni bioenergetiche, partendo dalla visione del corpo, delle posizioni difensive manifestate nella mobilità articolare, in particolare delle articolazioni: tibio-tarsica (caviglia) coxo-femorale (anca) lombo-sacrale (bassa schiena) scapolo-omerale (spalla) scapolo-toracica (spalle indietro e avanti) sterno-costo-clavicolare (elevazione e depressione del cingolo scapolare) DIMAGRIRE Seguirà una trattazione del dimagrimento dal punto di vista della teoria reichiana. Uno dei principi della teoria reichiana è l'aver correlato l'inibizione della reattività emotiva con la limitazione della respirazione e l'aver evidenziato come le variazioni nell'assunzione di ossigeno influiscano sui processi metabolici dell'organismo, variandone il livello energetico e la naturale motilità. L’energia dell’organismo dipende dal metabolismo e il metabolismo dipende dalla respirazione. Come per una fiamma, la sua vivacità e vitalità dipende dall’ossigeno presente nell’ambiente, così per l’organismo umano l’energia dipende dalla profondità del respiro. Per ridurre il livello energetico è necessario ridurre la respirazione; limitare e bloccare il respiro è il meccanismo di difesa più primitivo. Riflessioni tra i metabolismi energetici, la respirazione, il “sentire” di Alexander Lowen e le tecniche utilizzate nei centri di fitness. Vorrei concludere la conferenza presentando il mio progetto fitness: l’analista bioenergetico, le classi di esercizi e il sostegno a istruttori e personal trainers, sia dal punto di vista tecnico, sia dal punto di vista della consapevolezza di se nello svolgimento della professione.

TRACCIA CONFERENZA
Nelle prime fasi della vita ogni bambino sperimenta la differenza tra la propria spontaneità che espande l’energia vitale del suo corpicino e le frustrazioni dell’ambiente che lo vorrebbe conforme a regole, ideali dei genitori e miti di famiglia. Quando la differenza si presenta eccessiva per le capacità di sopportazione del fanciullo, egli è costretto ad adattarsi restringendo così l’ampiezza dello spettro energetico che evolve con il tempo.

Come una piantina modifica la sua forma per meglio orientare le foglie verso una fonte luminosa, così il bambino plasma il suo corpo in modo da ottenere una forma adatta al tipo di luce della sua famiglia.
Il nostro organismo funziona come un tutto. Ogni disturbo influenza l’intera persona.

Non può esserci distinzione tra disagio mentale e disagio fisico o tra dolore mentale e fisico. Nel decennio fra il 1930 e il 1940 ero stato direttore atletico di vari campi estivi e avevo notato che un programma regolare di attività fisica non solo migliorava la mia salute fisica, ma aveva anche un effetto positivo sul mio stato mentale. (Alexander Lowen). Il premio Nobel Albert Szent-Gyorgi (1893-1986), chimico ungherese, ha vinto il premio Nobel nel 1937 per la sua scoperta dell’acido ascorbico o vitamina C. Egli ha affermato che ci vuole energia per muovere le ruote della vita. Tale energia è formata dai processi metabolici del corpo.

BAMBINI e REPRESSIONE DELL’AMBIENTE Quando l'espressione di un sentimento non è accettata nel mondo del bambino, egli è costretto ad inibire l'emozione attraverso la contrazione dei muscoli atti all'espressione dell'emozione stessa. Quando questa inibizione è protratta a lungo nel tempo:
1) l'Io abbandona il controllo sull'azione proibita e ritira l'energia dall'impulso.
2) Il controllo dell'impulso diventa allora inconscio e il muscolo rimane in questo caso contratto, rigido.
3) La mobilità dell'articolazione collegata a quel muscolo risulta gravemente limitata, con conseguente modificazione della muscolatura stessa, dal punto di vista del suo trofismo.

Una personalità sana è una personalità vibrante e un corpo sano è un corpo pulsante. Gli individui il cui corpo non vibra sono emotivamente morti. Quando il corpo di un essere umano "fa le fusa", possiede la libertà di movimento, la grazia e l'armonia di un animale. Quelli che possiamo osservare come "difetti del corpo", dati soprattutto da posture, rigidità e atteggiamenti, sono il risultato di tensioni muscolari croniche. Si sviluppano come inibizione del movimento e possono essere scaricate solo con la sua liberazione. Ogni muscolo in tensione è un muscolo contratto che deve essere allungato per poter riattivare il suo potenziale di movimento. Essendo un tessuto allungabile se retratto, la distensione attiva di un muscolo spastico lo porterà spesso a vibrare. La vibrazione, a prescindere dalla sua qualità, serve a sciogliere la cronica spasticità del muscolo e restituire l'armonia fisica donataci dalla natura. Le tensioni muscolari croniche hanno origine nel corso dell'infanzia, si cronicizzano attraverso la costante ripetizione e permangono nella vita adulta. Per questo motivo Alexander Lowen afferma che il corpo é la mappa dell'inconscio di un individuo. 

CONSAPEVOLEZZA CORPOCONSAPEVOLEZZA di SE’. Tratto da: Alexander Lowen – La voce del corpo – pag. 102. Nella persona non consapevole ci sono zone del corpo prive di sensazione e perciò assenti alla coscienza: Espressione del volto, gambe, natiche, schiena, spalle. Questa mancanza di consapevolezza indica che la persona ha perduto la visione globale della funzione di queste parti del corpo di cui non è consapevole. Chi non sente le gambe manca di un senso di sicurezza perché è privo della convinzione interiore che le gambe lo sosterranno. Le natiche funzionano da contrappeso per mantenere la normale postura eretta. Le natiche ripiegate in dentro ricordano un cane con la coda tra le gambe. L’individuo che assume questa postura ha perso la sua naturale baldanza, che può essere compensata solo da una posa esagerata dell’Io basata sulla rigidità. Se invece le natiche sono tirate indietro, perde la capacità di fare oscillare in avanti la pelvi in modo sessualmente aggressivo. Il suo corpo rivela una lordosi, soffre di inadeguatezza sessuale perché non è in grado di scaricare completamente le sensazioni sessuali. Un'eccessiva rigidità porta alla compulsività, troppa flaccidità all’impulsività. La tensione a livello della schiena è generalmente associata con tensioni che bloccano le spalle, il blocco delle spalle (articolazioni scapolo omerale e scapolo toracica) inibisce la capacità di protendersi e quella di menar colpi. LA PERSONA NON CONSAPEVOLE È ANCHE INCAUTA. Si è consapevoli degli altri nella misura in cui si è consapevoli di sé.
Alexander Lowen – La voce del corpo – pag. 104: Mente e corpo sono una cosa sola, l’inconscio deve avere un significato fisico. NERVO E MUSCOLO – UNITA’ MOTORIA. L'inconscio è rappresentato da quella parte del corpo che non viene percepita. Quando un muscolo è cronicamente contratto il nervo efferente è isolato dalla rete nervosa per quanto riguarda i movimenti volontari. La repressione di un'emozione avviene quando il muscolo che è carico di quell’emozione è tagliato fuori dalla consapevolezza a causa della tensione cronica. La consapevolezza di sé dipende dal movimento. Noi percepiamo ciò che si muove, ciò che non si muove svanisce dalla coscienza. Per ritrovare la consapevolezza di sé occorre diventare consapevole della tensione e liberare le tensioni croniche che sottostanno all’insensibilità. Un muscolo rilassato è carico di energia. I muscoli tesi possono scaricarsi solo attraverso movimenti espressivi, nei quali l’azione esprime l’emozione, nei quali l’azione esprime l’emozione. Finché il movimento viene attuato in forma meccanica gli impulsi repressi vengono trattenuti. Osservando un body builder professionista in allenamento, non é infrequente notare espressioni di rabbia accompagnare le ripetizioni molto intense, quelle definite "over limits", cioè capaci di sfinire un numero consistente di unità motorie, caratteristica esclusiva di allenamenti di qualità.

 

In questo spazio saranno affrontate tematiche relative il mondo del fitness, anche dal punto di vista psicologico.

 

allenamento e adattamento
Ci sono diversi vantaggi di tipo adattativo per l'atleta che si allena con una certa regolarità, rispetto al sedentario, soprattutto riguardo alla salute: maggiore tolleranza agli sbalzi di temperatura, maggiore capacità a sopportare l'ipossia, migliore difesa contro le infezioni, (continua)

i metabolismi energetici
Nei muscoli sono presenti gli zuccheri, possono arrivare i grassi attraverso la circolazione sanguigna. Quando zuccheri e grassi vengono a contatto con l'ossigeno trasportato dal sangue, bruciano producendo l'energia utile al metabolismo cellulare. L'effetto della combistione, (continua)

il fabbisogno energetico
Il bisogno energetico di un individuo è stabilito considerando un dispendio basale al quale si aggiunge successivamente l'effetto termico degli alimenti, il costo della termoregolazione, il costo delle attività fisiche ed il costo energetico delle emozioni. Gli scambi energetici di un... (continua)

i distretti muscolari
In questo spazio saranno descritti i distretti muscolari sotto diversi aspetti, sarrà considerato l'allenamento relativo in funzione alle caratteristiche fisiche, morfologiche, articolari e strutturali. Alexander Lowen insegna che un muscolo cronicamente contratto è un m. arrabbiato... (continua)

biomeccanica del movimento umano
Una serie di movimenti possibili a corpo libero o per mezzo delle attrezzature proprie del fitnss, producono un lavoro muscolare. Gli esercizi e gli strumenti sono tantissimi, le varianti numerosissime. Per comprendere a fondo l’incidenza di un esercizio sull’apparatolo comotore è...  (continua)

le fibre muscolari, fibre bianche, fibre rosse, lente, veloci
Esistono fibre muscolari striate, tra le quali quelle del muscolo cardiaco e quelle dei muscoli dello scheletro. Le fibre muscolari scheletriche sono ulteriormente specializzate in relazione alle diverse necessità di movimento del corpo, i muscoli stabilizzatori o muscoli posturali, che stabilizzano...  (continua)

Anatomia funzionale dell'apparato muscolo tendineo
La muscolatura scheletrica rappresenta il 40% circa del peso corporeo di un individuo adulto di sesso maschile, di peso e conformazione normali. L’unità funzionale dell’apparato muscolare è rappresentata del muscolo che consta di diverse parti: il ventre muscolare il tendine prossimale e quello distale; la giunzione muscolo-tendinea e la giunzione osteo-tendinea...  (continua)

I bisogni energetici
Il bisogno energetico di un individuo è stabilito considerando un dispendio basale al quale si aggiunge, successivamente, l'effetto termico degli alimenti, il costo della termoregolazione, il costo delle attività fisiche ed il costo energetico delle emozioni. Gli scambi energetici di un organismo vivente rispettano le leggi termodinamiche, in particolare: il principio di... (continua)

Anziani, fitness e terza età
Osservo spesso gli anziani e comprendo che oltre gli “anta” esiste una profonda differenza tra età anagrafica ed età fisiologica. Inizio a riflettere, frequento palestre di fitness da quarantacinque anni ed ho conosciuto tante, tantissime persone che hanno passato i cinquanta, sessanta anni e oltre mantenendo una splendida efficienza fisica e ottima salute... (continua)

 

 

 

Dott. Cosimo Aruta
Psicologo, Psicoterapeuta, Analista Bioenergetico, Supervisore
Iscritto all'Ordine degli Psicologi della Lombardia con il n° 12147

 

Studio di psicologia, psicoterapia, consulenza di coppia, mediazione familiare a Milano

psicoterapia individuale - cura dell’ansia, della depressione, dello stress del disagio relazionale ed esistenziale

psicoterapia di coppia - meccanismi inconsci possono condizionare gioie, liti, conflitti, tradimenti e incomprensioni familiari

psicoterapia di gruppo - di analisi bioenergetica, la conduzione che si struttura anche attraverso il linguaggio del corpo

colloquio psicologico - è un incontro tra uno psicologo e una persona che lo contatta a causa di un malessere

ansia e attacchi di panico - la respirazione corta è condizionata da difese caratteriali per la sopravvivenza infantile

depressione, calo di energia - inchioda l'individuo, tristezza, sconforto, disagio, malinconia, si impossessano di lui

problemi caratteriali, relazionali - bisogno di intimità e auto espressione, paura che i due elementi possano escludersi

     

psicoterapia - sostegno psicologico - consulenza psicologica - colloquio psicologico - liti e conflitti - lo studio

P. Iva 11664040158 Dott. Cosimo Aruta, psicologo, psicoterapeuta, analista bioenergetico CBT, supervisore, mediatore familiare. Studio M.F. Via San Vincenzo 3 20123 Milano - cell. 347 2593935. Zona Corso Genova, Porta Genova, Piazza Cantore, Darsena, Navigli, XXIV Maggio, De Amicis, Sant'Ambrogio, Papiniano, Solari, Olona, Coni Zugna, Cesare Correnti, Piazza Vetra, Via Torino, Duomo, San Babila, Corso Vittorio Emanuele, Via Larga, Piazza Santo Stefano. Piazza Diaz, Corso Italia, Zona Piazza Sant'ambrogio, Via Edmondo De Amicis, Via Carducci, Via San Vittore, Piazza Cadorna, Castello Sforzesco, Via Dante, Foro Buonaparte, Brera, Via Olona, Viale Papiniano, Via Coni Zugna, Piazza Aquileia, Via Foppa, Via Solari, Piazza Napoli, Via Washington, Via Sardegna, Via Buonarroti, San Siro, City Life, Corso Sempione, Parco Sempione, Piazza Piemonte, Corso Vercelli, Piazza Baracca, Corso di Porta Vercellina, Via Washington, Via Lorenteggio, Via Boccaccio, Piazza Conciliazione, Piazza Cadorna, Castello Sforzesco, Corso sempione, Corso Genova, Porta Genova, Via Cristoforo Colombo, Via Vigevano, Viale Gorizia, Darsena, Piazza XXIV Maggio, Corso di Porta Ticinese, Porta Ludovica, Colonne di San Lorenzo, Via Meda, Via Montegani, Navigli, Alzaia Naviglio Grande, Alzaia Naviglio Pavese, Piazza Carrobbio, Via Torino, Piazza Duomo, Via Orefici, Corso Magenta, Via Boccaccio, Via Vincenzo Monti, Via Meravigli, Piazza Cordusio, Piazza Missori, Corso Italia, Corso di Porta Romana, Via Molino Delle Armi, Via Santa Sofia, via Francesco Sforza Policlinico, Viale Gabriele D'Annunzio, Via San Damiano, Corso di Porta Vittoria, Tribunale, Piazza V Giornate, Corso XXII Marzo, Viale Beatrice D'Este, Corso Venezia, Corso Monforte, Via Senato, Piazza Cavour, Via Fatebenefratelli, Piazza Meda, Viale Bligny, Via Bocconi, Viale Beatrice D'Este, Viale Sabotino. Fermata metropolitana vicina/Fermate metropolitane vicine. Linea Rossa: Inganni, Gambara, Bande Nere, De Angeli, Wagner, Pagano, Conciliazione, Cadorna, Cairoli, Cordusio, Duomo, San Babila, Porta Venezia. Parco Indro Montanelli. Giardini pubblici. Linea Verde: Romolo, Porta Genova, Sant'Agostino, Sant'ambrogio, Cadorna, Lanza, Moscova. Linea Gialla: Porta Romana, Crocetta, Missori, Duomo, Montenapoleone, Turati, Repubblica. Linea Blu: Washington Bolivar, Foppa, Lorenteggio, Via San Michele Del Carso, Sant'ambrogio, De Amicis, Vetra, Santa Sofia, Sforza Policlinico, San Babila, Tricolore, Corso Buenos Aires, Piazzale Loreto. Studio di psicologia, psicoterapia, psicoterapia di coppia, consulenza di coppia. Psicologo a domicilio. *bioenergetica e selezione del personale*
Aut. Pubbl. Ordine degli Psicologi della Lombardia. rif. nr. 08/10756 - e-mail: **info@mediazionefamiliaremilano.it**   

I documenti contenuti in questo sito sono solo a livello informativo e non vanno intesi come sostituti di una visita specialistica